logo

Archivio di Stato di Firenze - Associazione Amici dell'Archivio di Stato di Firenze

PROGETTO ARCHIVI DIGITALIZZATI

Riproduzione integrale di fondi e serie documentarie dell'Archivio di Stato di Firenze

Coppedè Gino, 1897-1927

Il fondo Gino Coppedè (archietto, 1866-1927), si compone di centodieci pezzi, tra cui cento originali (per la maggior parte disegni a matita o a inchiostro di china, nonché qualche acquerello), tre fotografie e sette eliocopie (le quali recano spesso aggiunte o appunti dello stesso Coppedè). Sono pezzi rappresentativi dell'attività varia e prolifica di questo architetto: vi si trovano progetti di castelli e di ville, di palazzi urbani, di architettura funeraria e religiosa, nonché qualche pezzo relativo alla decorazione o all'arredamento (camino, cancello, lampade…). Si tratta soprattutto di studi: prospetti di edifici (a volte accompagnati da sezioni), spesso rappresentati nel loro ambiente urbano o rurale, destinati a dare una visione generale della realizzazione progettata. I disegni, sia quelli molto accurati sia quelli eseguiti rapidamente con un certo brio (si tratta piuttosto di schizzi, in realtà), dimostrano a volte piena padronanza dell'arte del dettaglio così come della messinscena e della teatralità, e ricordano che Coppedè fu, nello stesso tempo, architetto e professore di disegno architettonico. Cinquantanove di questi pezzi presentano iscrizioni che consentono di collegarli a un progetto portato a termine o almeno di avere informazioni sul committente o sull'ubicazione. Il resto non è documentato oppure reca solo indicazioni generiche ("villa", "castello"…).

Fonte: Inventario a cura di R. Fuda con nota introduttiva di S. Nadiras.

Note

Digitalizzazione a colori integrale del fondo

Date estreme

1897-1927

Consistenza

110 unità

Unità archivistiche