PEC: mbac-as-fi[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-fi[at]beniculturali.it   Tel: (+39)055.263201

Archivio di Stato di Firenze

Storia delle istituzioni repubblicane

Docente
Dott. Simone Sartini, Archivista di Stato presso l'Archivio di Stato di Firenze.

Programma delle lezioni

1. Stratigrafia del comune fiorentino (dal comune consolare al comune podestarile, comune di popolo e sue propaggini entro lo stato territoriale fiorentino): il ruolo di Ordinamenti di giustizia e Statuti fino agli inizi del Quattrocento.

2. L'emergere di un potere "legislativo" nella realtà tardo comunale: ruolo e struttura dei Consigli , procedure di formazione delle deliberazioni consiliari, consolidamento di documentazione seriale e sua archiviazione; il ruolo del Notaio delle Riformagioni : Libri fabarum, Registri delle Provvisioni, Duplicati delle Provvisioni, Carte di Corredo.

3. La crescita dell'autorità del priorato nella realtà fiorentina tardo comunale: controllo del potere "legislativo" e del potere di governo, il ruolo dei Collegi; il Notaio della Signoria in rapporto al Notaio delle Riformagioni: Protocolli delle Provvisioni, Deliberazioni in forza di ordinaria e di speciale autorità.

4. L'espansione di Firenze, e la creazione di un dominio territoriale: uffici politici di direzione e apparati di supporto (Signoria Collegi, Dieci di balia; il ruolo del Cancelliere) : Consulte e Pratiche, i Carteggi, produzione e riorganizzazioni dei "Capitoli".

5. L'accesso alle cariche pubbliche: affermazione del sistema per "tratta" e controllo delle procedure elettorali ; elettorato attivo e passivo e condizioni di eleggibilità; fasi della procedura (recata, squittinio, imborsazione e tratta); il ruolo degli ufficiali addetti (Notaio delle Tratte, accoppiatori); introduzione del "Borsellino" e affermazione di norme più restrittive per l'elezione durante i governi di "reggimento"; uso spregiudicato delle possibilità di condizionamento offerto dal sistema per tratta da parte dei Medici.

6. Elementi di rottura degli equilibri comunali, i governi di "reggimento" tra fine Trecento e inizi del Quattrocento: Parlamenti e Balie. La convocazione del Parlamento come momento eversivo dell'ordine costituito.

7. Il sistema mediceo di potere: Consiglio del Cento e Consiglio dei Settanta, Otto di pratica; i Segretari e i carteggi medicei. Sviluppi successivi: Il rivolgimento del 1494 e le principali riforme del periodo precedente alla restaurazione medicea del 1512.

8. Sistema fiscale e organizzazione del territorio: imposta diretta nel contado (Estimo) fino al 1427.

9. Il Catasto del 1427 e i catasti successivi, fino all'introduzione della Decima nel 1497. Caratteristiche e serie documentarie.

10. L'amministrazione della giustizia civile e criminale dal comune allo stato territoriale (Podestà, Capitano, Esecutore degli ordinamenti di giustizia, Giudice degli appelli, Otto di Guardia e balia).

11. L'auto organizzazione dei corpi di fronte all'emergere di un potere centrale: Arti e Parte Guelfa. I lignaggi.