PEC: mbac-as-fi[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-fi[at]beniculturali.it   Tel: (+39)055.263201

Archivio di Stato di Firenze

Storia delle istituzioni dello stato unitario

Docente
Dott. Claudio Lamioni, già Archivista di Stato presso l'Archivio di Stato di Firenze.

Programma delle lezioni

Si accennerà preliminarmente allo Statuto albertino e alla prassi costituzionale che lega gli organi centrali, e al primo formarsi dell'amministrazione centrale e periferica, già nella breve stagione subalpina che precede l'unificazione politica.
Il corso si sviluppa tenendo presenti, in un parallelo percorso temporale, tanto il profilo costituzionale, almeno nei suoi momenti più importanti, quanto quello, più specifico, dell'organizzazione amministrativa periferica. Quest'ultima viene colta nei suoi due aspetti generali di amministrazione statale e non statale, cio&ègrave; delle autonomie locali (comuni e province, poi anche regioni) e dei loro rapporti reciproci, con particolare riferimento al reticolo amministrativo territoriale delle une e delle altre. Viene volutamente tenuto in ombra - fatto salvo qualche indispensabile richiamo - il profilo storico-politico, mentre viene valorizzato - in limiti didattici semplici - quello giuridico, nella convinzione espressa che gli archivi dello Stato, prodotti dall'attività di quegli uffici, nascono, vivono e si esprimono nella sfera del diritto.
Ovviamente lo sconfinato organigramma della pubblica amministrazione viene necessariamente colto attraverso le sue maggiori e più significative espressioni: ordinamento giudiziario, fiscale, scolastico, militare, degl'interni, lavori pubblici, etc. Per ciascuno di tali settori viene indicata una traccia legislativa e delineate le ripartizioni, l'organizzazione (interna e territoriale) ed il funzionamento (competenze/funzioni e, in qualche caso, procedure). In questa fase e considerando la sede, si ritiene di grande suggestione e fecondità didattica richiamare esempi di archivi prodotti da quegli uffici e sedimentati secondo competenze, funzioni e procedure appena esposte; non senza accennare agli effetti (archivistici) dell'eventuale interferire reciproco degli uffici stessi sull'aggregarsi delle carte e sulla loro trasmissione.

 

Bibliografia

1. A. M. GHISALBERTI, Storia costituzionale d'Italia: 1848-1948, Bari, Laterza, 1997
2. G. MELIS, Storia dell'amministrazione italiana: 1861-1993, Bologna, Il Mulino, 1996