PEC: mbac-as-fi[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-fi[at]beniculturali.it   Tel: (+39)055.263201

Archivio di Stato di Firenze

Fotoriproduzione per gli utenti

Fotoriproduzioni per gli utenti


Dal 1 aprile 2016 sono modificate le procedure di fotoriproduzione:
E’ possibile (previa autorizzazione di questa Direzione e pagamento di diritti stabiliti dalla circolare della Direzione generale per gli Archivi n. 21 del 17 giugno 2005):

- la fotoriproduzione diretta da parte degli utenti dei pezzi in consultazione, in sala studio senza flash né cavalletti (euro 3 a pezzo); Nota Bene: max 4 pezzi per volta in consultazione;

- servirsi di un fotografo professionista, che esegua le riproduzioni per conto dell’utente in sua presenza, in box apposito opportunamente prenotato (euro 10 l’ora + euro 3 a pezzo); Nota Bene: max 4 pezzi per volta in consultazione;

- Per conto degli utenti che ne facciano richiesta è in funzione un servizio di fotoriproduzione svolto da una ditta concessionaria esterna (Ditta Donato Pineider con sede legale in Via G. D’Annunzio 207, 50135 FIRENZE tel. 3392846863 - 055 697214, donato.pineider[at]alice.it ) che esegue il lavoro (non in esclusiva).


ISTRUZIONI SULLE MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLE FOTORIPRODUZIONI

1) FOTORIPRODUZIONE DIRETTA DA PARTE DEGLI UTENTI
È possibile la fotoriproduzione diretta da parte degli utenti dei pezzi in consultazione, da effettuarsi in sala studio in appositi tavoli senza flash né cavalletti, secondo la seguente modalità:

- l’utente deve compilare il modulo di richiesta di riproduzioni (File PDF) composto da due facciate, che può essere scaricato dal sito internet dell’Istituto con l’indicazione precisa dell’opzione A e del pezzo da riprodurre, il quale deve essere già in deposito a nome dell’utente stesso;

- l’utente paga l’importo dovuto (Euro 3 a segnatura) tramite bollettino CCP o tramite bonifico bancario (vedere sotto) ; Nota Bene: è stato stabilito che gli utenti  compilino il modulo (max 4 pezzi in consultazione)  e che paghino  i diritti solo per tali pezzi (max 12 euro per cad. modulo di richiesta);

- richiesta + ricevuta di pagamento (stampabile dalle postazioni di sala di studio) devono essere consegnate al funzionario in consulenza in sala inventari;

- il funzionario vista le schede di richiesta pezzi con l’indicazione FOTO;

- l’utente può effettuare la fotoriproduzione del pezzo richiesto sui tavoli appositi, mettendo in evidenza vicino al pezzo la scheda del pezzo vistata.


2) FOTORIPRODUZIONE PROFESSIONALE IN PRESENZA DELL’UTENTE
È possibile servirsi di un fotografo professionista (con cavalletto e luci fredde), che esegue le riproduzioni per conto dell’utente in sua presenza, secondo la seguente modalità:

- l’utente compila il modulo di richiesta di riproduzioni (File PDF), composto da due facciate, che può essere scaricato dal sito internet dell’Istituto con l’indicazione precisa dell’ opzione B e del pezzo da riprodurre (il pezzo deve essere già in deposito a nome dell’utente stesso); Nota Bene: è stato stabilito che gli utenti  compilino il modulo (max 4 pezzi in consultazione)  e che paghino  i diritti solo per tali pezzi;

- l’utente prenota un box in sala studio e paga l’importo dovuto (Euro 10 l’ora + euro 3 a pezzo) tramite bollettino CCP o tramite bonifico bancario (vedere sotto);

- l’utente si presenta in sala di studio con il fotografo alla data fissata con la richiesta e la ricevuta del pagamento effettuato e consegna richiesta + ricevuta di pagamento (stampabile dalle postazioni di sala di studio) al funzionario in consulenza in sala inventari;

- il funzionario vista le schede di richiesta pezzi con l’indicazione FOTO;

- l’utente ritira il pezzo, accede con il fotografo al box e fa eseguire le riproduzioni;

- qualora la riproduzione del pezzo sia integrale, l’utente è tenuto a depositare copia digitale della riproduzione all’Istituto.


PAGAMENTO DEI DIRITTI
- conto corrente postale n°5512, intestato alla Tesoreria provinciale dello Stato di Firenze (causale: Archivio di Stato di Firenze: Diritti di riproduzione)

- bonifico bancario: gli elementi da indicare nella disposizione del bonifico sono:

     · coordinate bancarie in formato IBAN: IT 15J 01000 03245 311 1 29 2584 03;

     · causale del versamento: Archivio di Stato di Firenze : Diritti di riproduzione;

     · codice fiscale del versante;

     · per bonifici internazionali, il codice BIC necessario per l'instradamento del bonifico bancario nella rete SWIFT è: BI TA IT RR ENT


3) FOTORIPRODUZIONE PROFESSIONALE TRAMITE FOTOGRAFO CONCESSIONARIO
È possibile chiedere che siano effettuate riproduzioni di documentazione, dagli utenti di sala di studio o dall’esterno e senza recarsi in Istituto, tramite fotografo concessionario secondo la seguente modalità:

- le richieste di riproduzione di documentazione archivistica devono essere trasmesse sull’apposito modulo di richiesta di riproduzioni (File PDF) composto da due facciate, che può essere scaricato dal sito internet dell’Istituto  e deve essere inviato alla Direzione dell’Archivio di Stato di Firenze o per posta prioritaria, o tramite fax, o per posta elettronica ad as-fi[at]beniculturali.it;

- prima di compilare il modulo di richiesta di riproduzioni è indispensabile avere la segnatura archivistica completa del documento (fondo, serie eventuale, numero carta, r/v), chi non può venire a consultare i documenti di cui desidera la riproduzione, può scrivere all’Archivio di Stato di Firenze e chiedere che venga avviata una ricerca per verificare se il documento è qui conservato, ed anche per reperire la sua segnatura archivistica. Questa segnatura deve poi essere trascritta dal richiedente sul modulo di richiesta di riproduzioni;

- sul modulo di richiesta di riproduzioni deve essere indicato che si intende far effettuare le riproduzioni dal fotografo concessionario presente in Istituto: opzione C;

- le richieste di riproduzioni compilate sui moduli ed approvate, vengono trasmesse dal Servizio di riproduzioni dell’Archivio di Stato di Firenze alla Ditta Donato Pineider cui è affidata in concessione l’esecuzione materiale non in esclusiva delle riproduzioni;

- dopo aver consegnato o inviato all’Archivio il modulo di richiesta di riproduzioni correttamente compilato, l’utente riceverà per posta elettronica dalla Ditta Donato Pineider, il preventivo del lavoro richiesto;

- per conoscere il costo delle riproduzioni si può consultare il tariffario (File PDF).

- i preventivi inviati non sono vincolanti, si intendono accettati se sono pagati in anticipo, è’ il pagamento anticipato, infatti, che trasforma la richiesta di preventivo in ordine di riproduzione;

- una volta che il preventivo è stato riscosso, la Ditta Pineider provvede alla riproduzione dei documenti; le immagini saranno poi inviate ai richiedenti, in genere, in allegato ad un messaggio di posta elettronica, o sarà loro comunicato il link cui connettersi per poterle scaricare. CD Rom e DVD contenenti le immagini richieste possono essere spediti per posta in tutto il mondo;

- qualora la riproduzione del pezzo sia integrale, l’utente è tenuto a depositare copia digitale della riproduzione all’Istituto;

- (per moduli che presentino elementi incompleti, il limite temporale dei trenta giorni decorre dal ricevimento dell’ultima integrazione dei dati indispensabili ad individuare i documenti richiesti, cui si aggiungono, dopo che l’utente abbia pagato il preventivo, i tempi necessari per il prelevamento e per l’esecuzione materiale delle foto).


AUTORIZZAZIONE A PUBBLICARE
Per poter pubblicare la fotoriproduzione di un documento archivistico o di parte di esso, è necessario richiedere l'autorizzazione alla Direzione dell'Archivio, utilizzando l'apposito modulo (File PDF), corredato da marca da bollo da euro 16,00.
Il modulo, con la marca da bollo, deve pervenire in originale. Pertanto può essere inviato tramite posta cartacea oppure consegnato, in busta chiusa, all'ingresso dell'Istituto negli orari di apertura. La pubblicazione dovrà riportare la segnatura esatta del documento e la menzione "su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali" e l'espressa avvertenza del divieto di ulteriore riproduzione o duplicazione con qualsiasi mezzo.
È obbligo di legge la consegna di tre copie della pubblicazione, sia essa in formato cartaceo che elettronico (su supporto ottico CD/DVD). La violazione di tale obbligo può determinare il rifiuto ad ulteriori autorizzazioni.


DIRITTI DI PUBBLICAZIONE
Si ricorda che i diritti di pubblicazione dovuti dal richiedente - come disposto dal Decreto 8 Aprile 1994 del Ministro per i Beni Culturali - non riguardano libri con tiratura inferiore alle 2.000 copie e prezzo inferiore a € 77,47 né pubblicazioni periodiche scientifiche.

Negli altri casi l'ammontare dei diritti per riprodurre una foto in un'edizione a stampa in una lingua è di € 51,65 per foto a colori e di € 11,00 per foto in bianco e nero.

La ricevuta di pagamento degli eventuali diritti dovuti dovrà essere allegata alla domanda di autorizzazione a pubblicare.

Il pagamento potrà essere effettuato, a scelta:

- presso la Tesoreria provinciale dello Stato di Firenze;

- tramite conto corrente postale n° 5512, intestato alla Tesoreria provinciale dello Stato di Firenze (causale: Diritti di riproduzione all'Archivio di Stato di Firenze);

- tramite bonifico bancario.

Nel caso di bonifico bancario gli elementi da indicare nella disposizione del bonifico sono: · coordinate bancarie in formato IBAN: IT 15J 01000 03245 311 1 29 2584 03 · causale del versamento: Diritti di riproduzione all'Archivio di Stato di Firenze; · codice fiscale del versante; · per bonifici internazionali, il codice BIC necessario per l'instradamento del bonifico bancario nella rete SWIFT è: BI TA IT RR ENT