home » percorsi di ricerca » percorso schematico II: dall'impianto del Catasto generale toscano a ritroso

Percorso schematico II: dall'impianto del Catasto generale toscano (1832-'34) a ritroso nel precedente Catasto lorenese (1776-1832)


Identificare il bene sulla Mappa catastale (1808-1839) della comunità su cui si desidera effettuare la ricerca e rilevare il numero di particella del bene desiderato. I fogli di mappa per comunità sono divisi per sezioni con aggiornamenti fino al 1939 consultabili su microfilm.
Esempio: si individua nella mappa della comunità di Firenze sezione D del Carmine e S. Frediano il bene desiderato che corrisponde al icona link numero di particella 1172.


Accedere alle Tavole indicative (1834), cioè ai registri descrittivi ordinati per numero di particella contenenti il nome del proprietario e la descrizione del bene.
Esempio: nelle icona link Tavole indicative, tramite il numero di particella 1172 si individua il nome del proprietario (Torrigiani Pietro) e il numero di carta del Campione (5890).


• Sui Campioni (1834), cioè sui registri ordinati per nome alfabetico dei proprietari iniziati nel 1834 si rileverà il riferimento al Manuale (1834).
Esempio: alla icona link carta 5890 del Campione che corrisponde alle proprietà di Torrigiani Pietro, si identifica il Manuale 5684.


• I icona glossario o notaManuali (1834), costituiscono la chiave di collegamento fra le partite dei beni registrati nei Campioni dei possessori del Catasto generale toscano e quelle contenute nei precedenti catasti. Benché i "Manuali" siano stati redatti in preparazione al Catasto geometrico particellare essi si trovano attualmente conservati non nel fondo Catasto generale toscano ma in quello denominato Catasto lorenese (1776-1834).
Si tratta di registri organizzati per comunità, nei quali, per ciascun possessore, sono indicati sia il numero di registro e carta dova si trova la sua partita catastale nel "Nuovo campione" (vale a dire il Campione del Catasto generale toscano) sia il numero di carta del "Vecchio campione" cioè la più recente partita a lui intestata nel precedente Catasto lorenese. Quest'ultima indicazione che si riferisce alla serie delle "Lirette" (suddivise per comunità) dello stesso Catasto lorenese, consente di iniziare un lungo e affascinante percorso a ritroso nei precedenti catasti storici, conservati nell'Archivio di Stato di Firenze a partire dal 1427:

- Catasto lorenese (1776-1834)
- Decima granducale (1532-1776)
- Decima repubblicana (1495-1532)
- Catasto (1427-1489).

Esempio: alla carta 5684 del icona link Manuale, troviamo il proprietario Torrigiani Pietro della comunità di Firenze ed il numero di carta del nuovo e del vecchio Campione.