Home » Figure

Figure

Agnello = normalmente d'argento, può essere rappresentato sdraiato in riposo («coricato»), nell'atto di camminare, con la sola zampa destra anteriore sollevata («passante»), dritto e rampicante su qualche figura («saliente»), nel momento di essere divorato da un altro animale («divorato»); in un caso reca due teste. L'A.Pasquale è passante, aureolato, tenente uno stendardo crociato.

Alabarda = arma medievale, a forma di scure, con una lunga asta.

Albero = senza specificazione della specie, è in genere posto in palo e può essere «fiorito» o «fruttifero» di smalto diverso. Gli A. al naturale sono rappresentati con tronco marrone e chioma verde. Può avere le radici esposte («sradicato»), può essere piantato su un'altra figura («nodrito») oppure uscire da una pezza o partizione («movente»), può essere piantato in una cassetta da giardino («incassato») o avere il tronco segato («reciso»).

Alerione = piccola aquila con ali aperte e abbassate, mostrante il petto, con il becco, i rostri e gli artigli mozzati.

Ancora = di solito rappresentata in palo, con due o tre uncini in basso.

Anelletto = piccolo anello piatto.

Anello di catena = anello che unisce un certo numero di catene.

Anello coniugale = fede nuziale.

Anello incastonato = anello recante una pietra preziosa.

Angelo = in figura di giovane sbarbato, con lunghe ali e il corpo in maestà. Può anche essere rappresentato da un putto nudo.

Animale = sono qui raccolte le figure di A. di difficile o impossibile identificazione. Possono essere rappresentati in atto di pascolare («pascolante»), in atto di camminare («passante»), ritti su una delle zampe posteriori («rampante»), riposante sulle zampe posteriori («sedente»), in atto di saltare («saltante»), oppure la sola testa di profilo.

Ape = di solito montante, con le ali mezze aperte.

Aquila = figura convenzionale, con il corpo di fronte, ali aperte, testa voltata verso destra, zampe divaricate, coda distesa verso la punta dello scudo. Se le penne delle ali sono rivolte verso l'alto si dice «a volo spiegato», se sono verso il basso si dice «a volo abbassato». Se esce con la metà superiore del corpo da una partizione o da una pezza si dice «nascente», se esce con la metà verticale del corpo si dice «uscente»; rappresentata in atto di spiccare il volo si dice «sorante», se è ferma è «a volo chiuso». Può avere di smalto diverso i rostri («armata di ...»), la lingua («lampassata di ...»), le zampe («membrata di ...») o il becco («imbeccata di ...»); si presenta spesso «coronata».

Aquila bicipite = rappresentata come la precedente, ma con due teste, una volta a destra e una a sinistra.

Aquilotto = aquila di piccole dimensioni o più aquile nello stesso scudo.

Arca = simile a una cassa di varia forma, oppure sinonimo di bara.

Archipenzolo = strumento per edilizia, a forma di squadra a braccia uguali, da cui pende un filo a piombo.

Arcione = figura convenzionale; la parte della sella fatta a forma di arco.

Arco da Arcere = normalmente posto in palo, con la corda a destra; se è munito di freccia si dice «armato».

Arcobaleno = sbarra smaltata di rosso, oro e verde.

Ariete = rappresentato in atto di camminare («passante»), simile a capra.

Armilla = anelli posti concentricamente nello scudo, qui presenti solo in numero di due.

Arnese = strumenti utili per vari lavori.

Arpa = strumento musicale di forma triangolare, con il lato più lungo curvo.

Asta di Stadera = braccio graduato della bilancia a un solo piatto, lungo il quale scorre il peso.

Badile = specie di pala di ferro con manico di legno, usata per lavori agricoli.

Balestra = arma simile ad arco; di solito rappresentata in palo, munita di freccia.

Bandiera = nome generico indicante le insegne in tessuto; il bastone che la sorregge può essere di smalto diverso («astata di ...»).

Barca = piccola imbarcazione.

Bastone = banda molto diminuita in larghezza e spesso «scorciata»; può terminare alle estremità con un crescente («crescentato»), con un giglio alle due estremità («doppiogigliato») o a una sola («gigliato»), può avere un'estremità appuntita («pieficcato»), oppure essere simile a un ramo di albero («nodoso»).

Bastone di comando = verga o mazza che serve di distintivo di dignità civile o militare.

Berretta = copricapo di velluto portato anticamente dai nobili; i gonfalonieri di Firenze lo avevano rosso ornato di ermellino.

Bertesca = specie di torretta di legno posta nei luoghi più alti delle fortificazioni per osservare il nemico e combatterlo al coperto.

Bicchiere = si intende qui esclusivamente un bicchiere senza stelo.

Bilancia = del tipo a due piatti.

Bisaccia = paio di borse di tela unite con due cinghie, da viaggio.

Biscia = serpente posto ondeggiante, generalmente in palo, con il capo volto a destra. Se passa intorno al collo di un altro animale si dice «accollante», se esce con la parte superiore del corpo da una partizione o da una pezza si dice «nascente». Può essere presente la sola testa di profilo.

Bolzone = grossa freccia da balestra, con una capocchia o ferro smussato in luogo della punta.

Bomba = rappresentata come una palla dalla parte superiore della quale esce una fiamma.

Borsa = può essere «legata», «aperta» o «chiusa».

Bosco = insieme di alberi al naturale.

Botte = contenitore di legno cerchiato di ferro per conservare liquidi.

Bozzolo = involucro di seta prodotto da diversi insetti.

Braccio = braccio umano, non uscente dai lati dello scudo, spesso posto in palo; può mostrare il colore della manica di cui è coperto («vestito di ...») oppure dell'armatura («armato di ...»).

Braciere = recipiente metallico, nel quale si tiene la brace accesa.

Branca = zampa di leone, di grifone o di orso, recisa o strappata; se gli artigli sono di smalto diverso si dice «armata di ...».

Breve = sinonimo di cartiglio; striscia svolazzante recante scritto un motto.

Brocca = vaso per conservare liquidi, con manico e beccuccio.

Bue = rappresentato con la coda pendente, al contrario del toro che ce l'ha rivolta sul dorso. Può essere sdraiato in riposo («coricato»), in atto di correre («corrente»), mentre riposa sulle quattro zampe («fermo»), ritto sulle zampe posteriori («furioso»), in atto di camminare («passante»), «uscente» con metà del corpo da una partizione o pezza o lembo dello scudo, o con il corpo mozzato di un colpo netto («reciso»). Può esserci solo la testa di profilo o posta di fronte («rincontro di b.»).

Bufalo = è presente qui solo la testa di fronte («rincontro di b.»); in genere reca un anello al naso («anellato di ...»).

Bulbo = sono riuniti sotto questa voce bulbi di vario genere, come cipolle e agli, singolarmente o riuniti in treccia («corda di b.»).

Busto umano = ordinariamente di fronte o di profilo.

Caduceo = bastone di Mercurio, sul quale sono attorcigliati due serpenti con le teste affrontate e con le code divergenti, cimato da un volo spiegato o da due semivoli.

Caldaia = recipiente di metallo, per far bollire liquidi.

Calice = bicchiere a stelo.

Camicia = impiegata come figura parlante.

Cammello = rappresentato riposante sulle quattro zampe («fermo») o in atto di camminare («passante»).

Campana = se il battaglio è di smalto diverso si dice «battagliata di ...».

Candela e Candeliere = le candele sono sempre rappresentate accese. Il candeliere può essere un semplice portacandela o un candelabro a più luci.

Cane = sono riunite sotto questa «voce» le diverse razze che possono essere presenti in un blasone. Può portare un collare di smalto diverso («collarinato di...») o un guinzaglio («guinzagliato di...»); è rappresentato in atto di salire su un'altra figura («ascendente») o sdraiato in riposo («coricato»), in atto di correre («corrente»), «fermo» sulle zampe, in atto di camminare («passante»), ritto su una delle zampe posteriori («rampante») o seduto sulle zampe posteriori («seduto»). Se esce con la metà del corpo da una partizione o pezza si dice «nascente»; può essere rappresentata la sola testa di profilo o di fronte («rincontro di c.»).

Canestro di rose = paniere con un manico, ricolmo di rose al naturale.

Capanna = ricovero fatto di paglia o simile.

Cappello prelatizio = cappello ecclesiastico di colore diverso secondo la dignità ricoperta, con cordoni laterali formanti nappe di vario numero.

Capricorno = animale favoloso, mezzo capro e mezzo delfino.

Capro = può essere rappresentato in atto di salire su un'altra figura («ascendente»), in atto di correre («corrente»), di camminare («passante»), in posizione dritta su una zampa posteriore («saliente»); se il corpo è mozzato con un colpo netto si dice «reciso», se esce con la parte superiore del corpo da una pezza o da una partizione si dice «nascente»; può esserci solo la testa di profilo o di fronte («rincontro di e.»).

Cardo = pianta con gambo e foglie spinosi e calice terminante con una coroncina a punte.

Carello = cuscinetto quadrato per sostenere il cimiero o per ricamarvi armi femminili.

Carroccio = carro di guerra degli antichi Comuni, recante le insegne comunali, un altare e la campana.

Cassa = contenitore di varia forma.

Castello = edificio fortificato, merlato, munito di una o più torri («turrito di 1, 2, 3 pezzi»); se reca porte o finestre chiuse di smalto diverso si dice «chiuso di ...», se invece le reca aperte in modo da vedere il campo si dice «aperto di ...» e lo smalto del campo.

Catena = posta in varie posizioni; spesso, più catene, unite da un anello (cfr.) e moventi dagli angoli dello scudo.

Catenaccio = lungo ferro che si fa scorrere negli anelli fermati nelle due ante di una porta per tenerle chiuse.

Cavallo = può essere rappresentato mentre si muove al passo privo di finimenti («allegro»), o con tutte le zampe alzate come se stesse superando un ostacolo («corrente»), ritto sulle zampe posteriori («inalberato»), in atto di pascolare («pascolante»), di camminare («passante»); può essere rappresentata la sola testa di profilo o la sola groppa recisa. Se reca briglie di smalto diverso si dice «imbrigliato di ...», se tutta la bardatura, «bardato di ...».

Centauro = figura chimerica, con il corpo di cavallo e il busto di uomo.

Cerbero = cane mitologico con tre teste e con la coda di serpente.

Cercine = strisce di stoffa, attorcigliate e ripiegate a ciambella, poste sulla sommità dell'elmo.

Cervo = se è di rosso si blasona «al naturale». Può essere sdraiato in riposo («coricato»), in atto di correre («corrente»), di camminare («passante»), posato sulle quattro zampe («fermo»), ritto sulle zampe posteriori o rampicante su qualche figura («saliente»); può esserci la sola testa di profilo o di fronte («rincontro di c.»), o le sole corna; se esce con la parte superiore del corpo da una pezza o partizione si dice «nascente».

Cherubino = testa di puttino sostenuta da piccole ali spiegate.

Chiave = di solito in palo; quando sono due sono spesso decussate (simbolo pontificio).

Ciclamoro = grande anello, posto isolato nello scudo.

Cicogna = si riconosce dal becco sempre rosso; di profilo, su una zampa o ritta sul nido.

Cigno = normalmente d'argento e di profilo; se appare con la parte superiore del corpo uscente da una partizione o da una pezza si dice «nascente».

Cimbalo = strumento musicale a tastiera.

Cinghiale = di solito di profilo con la coda arricciata; reca spesso grosse zanne di smalto diverso («difeso di ...») che lo distinguono dal porco; molte volte reca una cinghia intorno al corpo («cinghiato di ...»); può essere rappresentato in atto di salire su un'altra figura («ascendente»), di camminare («passante»), ritto sulle zampe posteriori («rampante»); la sola testa di profilo si dice «grugno di c.».

Cingolo = larga fascia di cuoio tenuta dai cavalieri intorno alla vita per appendervi la spada e lo scudo.

Cipresso = albero con tronco diritto e chioma conica; può essere rappresentato con le radici scoperte («sradicato») oppure piantato su una figura o su una partizione («nodrito»).

Civetta = sempre di profilo, con la testa di fronte.

Clava = grosso bastone che si allarga arrotondandosi a una estremità; usato da Ercole.

Clessidra = orologio a polvere.

Collare da torneo = anello con cinque protuberanze che i cavalieri tenevano intorno al collo per fermare l'elmo alla corazza.

Colomba = quasi sempre rappresentata con un ramo d'olivo nel becco; può essere ferma su un'altra figura («posata»), in atto di spiccare il volo («sorante») o di volare («volante»).

Colonna = può essere anche rappresentata «spezzata», oppure la sola «base».

Coltello = strumento con manico e lama tagliente solo da una parte; se il manico è di smalto diverso si dice «manicato di ...».

Cometa = stella con un raggio più lungo degli altri.

Compasso = normalmente aperto, con le punte rivolte verso il basso.

Conchiglia = in genere mostra la parte convessa.

Coppa = vaso a calice molto largo e poco profondo.

Corallo = ramo di c.

Corazza = armatura di metallo per difendere il corpo del guerriero.

Corda = formata da fili attorcigliati insieme.

Corno da caccia = strumento musicale curvo, con la campana volta verso destra; può essere fornito di un nastro colorato («legato di ...»).

Cornucopia = corno pieno di fiori, frutta e spighe.

Corona = solo come figura principale e non posta per incoronare un'altra figura. Può essere «chiusa» (cerchio sormontato di diademi curvati ad arco ), «comitale» (cerchio gemmato, rialzato di nove perle visibili), «fioronata» (cerchio gemmato, con rialzi a forma di fioroni), «nobiliare» (cerchio rialzato da cinque perle visibili), «radiata» o «all'antica» (terminante con punte o raggi, senza fioroni o perle). Si possono trovare anche c. di lauro, di quercia, di spine, accompagnate da foglie di palma, e corone del Rosario.

Crivello = grosso staccio con fondo di cuoio o metallo bucherellato, che serve per mondare il grano.

Cuore = stilizzazione dell'organo umano, spesso recante superiormente una fiamma («infiammato di ...»).

Dado = piccolo cubo con punti segnati sulle facce («marcato di ...») per vari giochi.

Delfino = di solito di profilo, curvo, con la testa e la coda verso destra («guizzante in palo»); se è orizzontale si dice «nuotante».

Delta = figura in forma di triangolo equilatero vuoto.

Destrocherio = braccio umano destro, che esce dal lato sinistro dello scudo; può essere coperto con la manica di un abito («vestito di ...») o da un'armatura («armato di ...»).

Diamante = pietra preziosa sfaccettata.

Drago = animale chimerico rappresentato con la bocca spalancata, corpo di rettile, zampe di aquila, artigli di leone, coda di serpente e ali di pipistrello; può apparire «reciso», cioè con la parte finale del corpo mozzata di un colpo netto, oppure uscente con la parte superiore del corpo da una partizione o da una pezza («nascente»).

Elefante = sempre rappresentato fermo, oppure con la sola testa.

Elmo = copricapo dei guerrieri, spesso ornato di piume («piumato di ...»).

Falce = strumento agricolo o arma antica con lama ricurva e manico spesso di smalto diverso («manicata di ...»).

Falcone = uccello rapace rappresentato fermo su qualche figura («posato»), o in atto di spiccare il volo («sorante») o in volo («volante»).

Faretra = astuccio per frecce.

Fascio consolare = verghe riunite insieme con una scure, portate dai littori nell'antica Roma, come simbolo di autorità.

Fauno = divinità dei campi rappresentata in forma umana con corna e zampe di capra e coda.

Fede = due mani che si stringono.

Fenice = uccello chimerico che ogni 500 anni si poneva sul rogo («immortalità») per bruciarsi e poi rinascere.

Ferro di lancia = punta della lancia, rivolta verso l'alto.

Ferro di molino = formato da due semicerchi, uno volto a destra e l'altro a sinistra, uniti da due piccole sbarre, con un vuoto quadrato nel mezzo.

Ferza = più strisce di cuoio attaccate a un manico, per frustare animali.

Fiamma = lingua di fuoco con tre o cinque punte.

Fiasca = bottiglia rivestita di paglia.

Fibula = fibbia antica di varia forma.

Figura composta = figura formata dall'unione di due figure divise a metà.

Fiore = voce generica. Può avere lo stelo e le foglie di smalto diverso dal resto («stelato di ...»; «fogliato di ...»).

Fiume = rappresentato generalmente con una serie di linee ondulate, (cfr. anche Riviera).

Foglia = voce generica.

Fontana = struttura architettonica con getti d'acqua.

Forbice = rappresentata sempre aperta.

Forcella da archibugio = ferro terminante a forma di U, sul quale veniva appoggiata la canna dell'archibugio.

Fortuna = figura allegorica rappresentata come una figura femminile che corre su un globo o su una ruota, trasportata da una vela gonfiata dal vento.

Freccia = se è posta con la punta rivolta verso il basso si dice «cadente».

Fulmine = fascio di fiamme con quattro saette poste in croce di S. Andrea.

Fuso da filare = strumento di legno, lungo, tornito, sottile nelle punte, che si usa per filare.

Gallo = può essere rappresentato con la zampa destra alzata («ardito»), posato sulle due zampe («fermo»); se ha la cresta di colore diverso si dice «crestato di ...»; può esserci anche la sola testa o la sola cresta.

Gamba = l'arto umano reciso alla coscia.

Gambero = si rappresenta sempre montante in palo.

Gatto = mostra sempre occhi e orecchi; può essere in atto di camminare («passante»), ritto su una zampa posteriore («rampante»), seduto sulle zampe posteriori («sedente»); è rappresentata anche la sola testa di profilo o di fronte («rincontro di g.»).

Ghianda = frutto della quercia.

Ghirlanda = corona di fiori o di fronde.

Giglio = figura convenzionale costituita da tre foglie, di cui due incurvate verso il basso, riunite alla base da una stanghetta; se tra le dette foglie o petali escono lunghi stami e pistilli, si dice «bottonato», se è munito di un lungo fusto, si dice «fustato», se appare solo per metà, diviso da una partizione o da una pezza, si dice «uscente».

Giglio da giardino = è il fiore al naturale, normalmente d'argento, con stelo e foglie.

Giogo = arnese di legno curvo che si mette al collo dei buoi, per tirare il carro o l'aratro.

Globo imperiale = sfera solitamente d'oro, ornata di gemme e sormontata da una croce, simbolo imperiale.

Gonfalone = bandiera con pendenti, portata da un guerriero o posta su una torre o castello.

Granchio = rappresentato sempre di fronte.

Graticola di San Lorenzo = strumento di martirio del Santo.

Grifone = animale chimerico con il capo, le ali, la metà superiore del corpo e le zampe anteriori di aquila, le zampe posteriori e la coda di leone; se appare con la parte superiore del corpo da una partizione o da una pezza si dice «nascente»; è presente anche la sola testa.

Gru = è rappresentata di profilo, con la zampa destra alzata tenente un sasso detto «vigilanza».

Guanto d'arme = guanto di ferro, parte dell'armatura del guerriero.

Gufo = sempre posto di fianco, con la testa di fronte.

Immortalità = il rogo della fenice.

Incudine = strumento in ferro su cui si battono i metalli.

Inferriata = figura formata da «bastoni» scorciati e intrecciati.

Insegne pontificie = costituite dalle chiavi di San Pietro decussate e dal triregno.

Lancia = nobile arma medievale formata da lunga asta con ferro in punta a forma di rombo.

Leone = senza nessuna specificazione è posto in posizione di «rampante», volto verso la destra dello scudo, con tutte le zampe in posizione diversa, con la coda ripiegata sul dorso e con la nappa curva all'esterno; se in questa posizione la testa guarda verso la sinistra dello scudo si dice «retroguardante», se è tutto volto verso la sinistra si dice «rivolto», se la testa guarda di fronte si dice «riguardante»; può anche essere posto di profilo, fermo sulle quattro zampe («fermo»), in atto di camminare e con la testa di profilo («leopardito»), seduto sulle zampe posteriori («seduto»), uscente con la parte superiore del corpo da una partizione o da una pezza («nascente») o uscente con la metà verticale del corpo («uscente»); può essere anche rappresentata la sola testa di profilo. Se la lingua è di smalto diverso si dice «lampassato di ...», se lo sono gli artigli, «armato di ...». Un leone di piccole dimensioni o in numero, si dice «leoncello».

Leopardo = simile a un leone, è di solito posto in atto di camminare («passante»), con la testa che guarda di fronte e la coda rivolta sul dorso e ripiegata all'infuori; se poggia le quattro zampe sul terreno si dice «fermo», se è in posizione rampante si dice «illeonito»; può anche essere «seduto» sulle zampe posteriori.

Lepre = presente in genere in stemmi parlanti.

Lettera dell'alfabeto = spesso rappresenta i cognomi, il nome del feudo oppure simboleggia affetti e virtù; può anche essere l'iniziale dei concessori dell'arma.

Libro = può essere aperto o chiuso.

Liocorno = animale mitologico con il corpo di cavallo, il mento barbato, gli zoccoli bovini, la coda di leone e il corno in fronte; può essere in atto di correre («corrente»), di camminare («passante»), ritto sulle zampe posteriori («inalberato»), uscente con la parte superiore del corpo da una partizione o da una pezza («nascente»).

Lunello = quattro crescenti affrontati in cuore, con le estremità congiunte fra loro in modo da formare una specie di rosa.

Lupo = può essere rappresentato in atto di correre («corrente»), di camminare, con la coda pendente («passante»), ritto sulle zampe posteriori («rapace»), uscente con la parte superiore del corpo da una partizione o da una pezza («nascente»).

Macina = pietra di forma circolare, per macinare il grano.

Mannaia = grossa scure a doppio taglio.

Mano = in genere la mano destra, mostrante il palmo e posta in palo; può mostrare parte della manica del vestito di smalto diverso («vestita di ...»).

Mano d'aquila = zampa d'aquila sostenente un semivolo.

Mare = è rappresentato nella parte inferiore dello scudo.

Marra = specie di zappa con il ferro largo e corto, per lavorare la superficie del terreno.

Martello = può avere il manico di smalto diverso («manicato di ...»); è anche rappresentata la sola parte metallica («Ferro di martello»).

Massacro = testa di capro o di cervo scarnificata e posta di fronte.

Mattone = figura a parallelepipedo.

Mazza = bastone con punte di ferro, usato in battaglia come arma di offesa.

Mazzafrusta = grossa palla di ferro chiodata e appesa per una catena a un bastone, usata come arma offensiva.

Merlo di torre = elemento architettonico a coronamento di muri, torri, ponti, e castelli.

Mitria = cappello prelatizio a forma pentagonale, diviso alla sommità in due punte, e con due nastri pendenti.

Molle da fuoco = strumento di ferro formato di due lunghe branche, per prendere carboni accesi.

Monachetto = ferro a uncino, usato per tenere chiusa una porta.

Monogramma di Cristo = monogramma composto dalle lettere greche X e P, incrociate.

Montagna = rappresentata al naturale, con una sola cima, solitamente movente dalla punta dello scudo.

Monte = rappresentato convenzionalmente da cilindri coperti di calotte sferiche corrispondenti alle cime (da 1 a 15 cime); possono uscire dalla punta dello scudo, da una partizione o da una pezza, o essere isolati.

Montone = il maschio della pecora, rappresentato con o senza corna e coda; può essere «coricato», in atto di salire su un'altra figura («ascendente»), in atto di camminare («passante»), ritto sulle zampe posteriori («saliente»), oppure la sola testa di profilo o di fronte («rincontro di m.»).

Morsa = rappresentata da due tenaglie unite, dentate internamente.

Morso di cavallo = arnese di ferro da porre in bocca ai cavalli e al quale si attaccano le redini.

Mortaio = vaso di pietra o metallo, per pestare droghe o simili.

Motto = frase in genere sentenziosa, spesso in latino, posta all'interno dello scudo.

Muraglia = sinonimo di muro.

Nastro = striscia di tessuto o carta, in genere «sventolante».

Nodo d'amore = cordone intrecciato in modo da formare un cerchio attraverso il quale passano le estremità.

Obelisco = monumento con base quadrangolare, a forma di guglia allungata.

Occhio di Dio = occhio racchiuso in un triangolo circondato da raggi.

Olivo, ramo di = riconoscibile per la presenza di foglie e frutti; spesso nel becco di una colomba.

Ombra di sole = il sole, che solitamente è rappresentato recante i tratti del volto umano, riprodotto senza figurazione.

Orso = si rappresenta «fermo», oppure alzato sulle zampe posteriori («levato»), in atto di camminare («passante») o «sedente»; se esce con la parte superiore del corpo da una pezza o da una partizione si dice «nascente».

Ostensorio = arredo sacro di metallo prezioso, per esporre ai fedeli il SS. Sacramento.

Padiglione = tenda militare.

Pala = strumento con una parte larga e piatta di ferro e un lungo manico di legno.

Palafitta = capanna piantata mediante lunghi pali nel suolo sommerso.

Palazzata = serie di edifici visti in prospettiva.

Palla = figura sferica, recante in genere un'ombreggiatura che ne rende il rilievo.

Palma = è rappresentato l'albero completo oppure solamente un ramo con foglia.

Pantera = può essere rappresentata ritta su una zampa posteriore («rampante»), in atto di camminare («passante») o «sedente», oppure può esserci la sola testa di profilo. La p. «chimerica» è un animale mostruoso con il corpo, le zampe posteriori e la coda di leone, la testa di drago, spesso cornuta, le zampe anteriori di grifone, vomitante fiamme.

Pastorale = bastone episcopale, terminante con una curva a spirale.

Pecora = può essere in posizione di riposo («coricata»), in atto di correre («corrente»), con la testa abbassata a pascolare («pascente»), in atto di camminare («passante»), ritta sulla zampe posteriori («rampante»), in atto di salire su un'altra figura («saliente»).

Pera = spesso rappresentata con foglie di smalto diverso («fogliata di ...»).

Pesce = sempre rappresentato di profilo; può esserci anche la sola testa.

Peso di stadera = oggetto di metallo usato per fare il contrappeso nelle bilance a piatto unico.

Pestello = strumento per pestare nel mortaio.

Pianta = voce generica; può nascere da un'altra figura o da una partizione («nodrita»), avere le radici esposte («sradicata»), o essere tagliata («recisa»). In questa voce si fa riferimento anche ai soli «semi di ...».

Picca = arma antica, formata da un lungo legno sottile, guarnito all'estremità da un pezzo di ferro aguzzo e piatto.

Piccone = strumento di ferro a due punte lunghe, con lungo manico, per spezzare macigni o terreno.

Pigna = elemento architettonico decorativo a forma di pina.

Pilastro = elemento architettonico a base quadrangolare, simile a colonna.

Pina = frutto del pino.

Pino = albero dalla chioma ad ombrello; può recare pine di smalto diverso(«fruttato di ...»); può essere con le radici esposte («sradicato») o nascere da una figura o partizione («nodrito»).

Porco = reca spesso una cintura intorno al corpo («cinghiato di ...»); si distingue dal cinghiale perché non ha le zanne; può essere rappresentato «fermo», in atto di camminare («passante»), ritto sulle zampe posteriori («rampante»), o la sola testa («grugno di p.»).

Pugnale = arma da taglio, corta, con lama a doppio taglio e aguzza.

Punto = segno rotondo molto piccolo.

Quadrato = figura quadrata perfetta.

Quattrofoglie = fiore araldico formato da quattro petali, senza bottone centrale.

Radice = può recare foglie di smalto diverso.

Raggio di carbonchio = pietra sfaccettata (carbonchio) circondata da otto raggi a forma di scettro.

Rastrello = arnese con lungo manico e un elemento traverso munito di denti grossi e radi.

Riccio = piccolo animale con aculei.

Rincontro = testa di animale vista di fronte.

Riviera = fiume che scorre sotto un ponte.

Roccia = montagna dirupata al naturale che si pone di solito nella punta dello scudo.

Rocco = figura convenzionale del gioco degli scacchi, formata da due corna sopra una base.

Rosa = figura convenzionale formata da cinque petali con un bottone centrale; tra i petali talvolta appaiono dei sepali; se il bottone centrale è di smalto diverso si dice «bottonata di...».

Rosaio, ramo di = rosa al naturale, con stelo e foglie.

Rotella = scudetto circolare, in genere caricato da figure.

Roveto = insieme di rami spinosi.

Ruota = normalmente rappresentata a otto raggi.

Ruota di Santa Caterina = ruota a sei raggi, armata di lame a uncino, strumento di martirio della Santa.

Ruota di mulino = l'elemento girevole, a pale, tipico dei mulini a vento.

Salamandra = si rappresenta sempre in mezzo a un rogo («infiammata di..»), rivoltata e con la coda rialzata sul dorso.

Saracinesca = sei pali scorciati e appuntiti in basso, con cinque traverse, a foggia di cancello pensile posto all'entrata di castelli o di città.

Scala = a pioli di numero variabile.

Scalandrone = specie di palo doppiomerlato (cfr.).

Scettro = asta d'oro, variamente ornata, insegna reale.

Sciabola = arma da taglio, di lama piatta e appuntita, in genere leggermente curva.

Scimitarra = sciabola alla turca, con lama corta e ricurva.

Scorpione = si rappresenta posto in fascia, con la coda alzata.

Scure = arnese di ferro tagliente, con lama triangolare larga, con robusto manico.

Scure consolare = scure posta entro un fascio di verghe legate.

Sega (foglia di) = banda o fascia dentata soltanto nel lembo inferiore.

Selvaggio = uomo irsuto, cinto e coronato di foglie, talora figurato come Ercole, con la clava e con la pelle di leone sulle spalle, (cfr. Figura umana).

Semivolo = l'ala di destra dell'aquila; può essere con le penne rivolte verso il basso («abbassato») o verso l'alto («levato»).

Serafino = testa di puttino in maestà, contornato di sei piccole ali.

Sfera armillare = congegno formato di vari cerchi di metallo, mobili, nel cui centro è un piccolo globo che raffigura la Terra.

Sfera del fuoco = fascia concava, scintillante d'oro verso il basso.

Sigillo = strumento per apporre sigilli, simile a un timbro.

Sinistrocherio = avambraccio umano sinistro, uscente dal lato destro dello scudo; si può presentare coperto di abito («vestito di ...») o di armatura («armato di ...»).

Sirena = figura chimerica rappresentata con la parte superiore del corpo di donna e quella inferiore di pesce.

Sole = si raffigura rotondo e figurato, raggiante; può essere in atto di sorgere («nascente»).

Sonaglio = sferetta cava di metallo, con una fessura e una pallina all'interno.

Spada = arma con lunga lama appuntita e tagliente, con l'impugnatura spesso di smalto diverso («guarnita di ...»); può essere posta in palo, con la punta verso l'alto («alta») o verso il basso («bassa»); più raramente è posta orizzontale («in fascia»).

Sperone = arnese di metallo con una rotella con punte, per incitare il cavallo.

Speronella = rotella di sperone, come una stella a 6 punte forata al centro.

Spina di botte = cannella che si inserisce nelle botti.

Squadra = strumento a forma di triangolo rettangolo.

Staffa = arnese che pende ai lati della sella per infilare i piedi cavalcando.

Stola sacerdotale = larga e lunga striscia di tessuto, ricamata, tenuta al collo dai sacerdoti durante le funzioni religiose.

Succhiello = arnese con manico di legno e fusto sottile di ferro, con la punta attorta a spirale.

Tavoletta d'abaco = tavoletta per fare i conti.

Tenaglia = strumento formato da due leve incrociate e imperniate, per afferrare o stringere.

Testa di moro = testa di re moro, posta di profilo, in genere con una benda intorno alla fronte («attorcigliata di ...») o davanti agli o­chi («bendata di ...»).

Tiara pontificia = copricapo papale, cimato da un globo crociato d'oro, contornato di tre corone d'oro sovrapposte e munito di due fasce pendenti.

Torcia = bastone resinoso recante una fiamma di smalto diverso («accesa di ...»).

Toro = si distingue dal Bue per aver la coda rivolta sul dorso; può essere ritto sulle zampe posteriori («furioso»), «fermo» sulle quattro zampe, in atto di camminare («passante»), «sedente» sulle zampe posteriori, «coricato», o in atto di salire su un'altra figura («ascendente»); può essere rappresentata la sola testa di fronte («rincontro di t.») o di profilo.

Torre = edificio fortificato e merlato.

Torsello = balla di panno legata.

Tribolo = strumento di ferro a quattro punte.

Tridente = forcone con tre rebbi.

Trifoglio = foglia araldica a tre lobi, con il picciolo girato.

Tripode = sgabello di bronzo a tre piedi.

Trofeo d'armi = composizione decorativa formata di armi.

Tromba = genericamente, strumento musicale a fiato.

Uccello = voce generica; può essere «fermo» sulle zampe, in atto di camminare («passante»), «posato» su una figura, in atto di spiccare il volo («sorante»), o in volo («volante»).

Uncino = arnese curvo e adunco.

Vascello = nave da guerra a vele.

Vaso = di varia forma, se ha due manici si dice «biansato»; può recare una fiamma che ne esce («infiammato di ...»).

Vento = testa di putto di profilo, soffiante con forza; il soffio è raffigurato da un fascio di lineette uscenti dalla bocca e divergenti.

Vigilanza = il sasso tenuto dalla «gru» con la zampa alzata.

Vite = può essere rappresentata la pianta intera («ceppo di v.») o solo un ramo; in genere reca uva di smalto diverso dal resto («fruttata di ...»).

Volo = le due ali dell'aquila congiunte insieme; può essere con le penne rivolte verso l'alto («levato» o «spiegato») o verso il basso («abbassato»).

Volpe = può essere rappresentata in atto di correre («corrente»), ritta sulle zampe posteriori («rampante») o in atto di camminare («passante»), generalmente con la coda ritta perpendicolarmente.

Zappa = arnese agricolo formato da larga e robusta lama ricurva, fissata a un manico di legno.