SPIGOLATURE 2002


Conferenze
Donne di penna. Tre conferenze sul rapporto tra Donne e scrittura.
Ciclo di incontri promosso dall’Istituto Storico Lucchese, Sezione Storia e Storie al femminile (Buggiano Castello – PT), in collaborazione con Provincia di Lucca, Associazione Soroptimist (Lucca), Comune di Monsummano, Comune di Buggiano, e con il patrocinio dell’"Associazione Archivio per la memoria e la scrittura delle donne".
Programma:
Venerdì 8 Marzo 2002, ore 17
Sala Conferenze S. Carlo- Monsummano Terme
GIAMPIERO GIAMPIERI e FRANCESCA BECHINI
La donna "ispiratrice": Giulia Rinieri de’ Rocchi nelle pagine di Stendhal e nei documenti
Mercoledì 20 Marzo 2002, ore 17
Sala M. Luisa Palazzo Ducale- Lucca
ISABELLA PERA
Scrivere per sé: Luisa Palma Mansi e la dimensione del Diario.
Venerdì 5 Aprile 2002, ore 17
Sala Conferenze Biblioteca Comunale - Borgo a Buggiano
FRANCESCA GIURLANI
Scivere per il pubblico: l’esperienza di Ester Pirami.
Info: storiealfemminile@libero.it

Mostre

Balie di Toscana nel mondo
Istituto degli Innocenti, Salone delle Compagnie (Cripta della Chiesa), piazza SS. Annunziata 12, Firenze
29 novembre- 15 dicembre ore 10-17

Si è svolta dal 29 novembre al 15 dicembre presso l'Istituto degli Innocenti la mostra di documenti, fotografie e testimonianze dedicata alle balie di Toscana. L'iniziativa, promossa nell'ambito della Festa della Toscana, è stata coordinata da Adriana Dadà in collaborazione con Lucia Sandri.
Direzione artistica di Alessandra Borsetti Venier.

Balia"Partire per un figlio altrui", lasciare i propri figli per andare a lavorare mettendo il proprio corpo, il proprio seno, il proprio latte a disposizione di chi potrà pagarlo. Questo è stato il destino di molte donne alle quali il bisogno economico o il ricatto dell'onore perduto ha imposto una scelta certo non facile. Il baliatico solidale esistente da secoli all'interno di tutte le comunità del mondo, si è trasformato nella società occidentale dalla fine del Medioevo in poi sempre più in "baliatico mercenario".
Le donne ragazze madri e la parte economicamente più debole della popolazione svolgono questo lavoro per le istituzioni assistenziali che sorgono in Toscana a partire dal '400; molte prendono a casa loro i bambini trovatelli o quelli di donne impossibilitate ad allattare, altre lavorano presso ricche famiglie aristocratiche per garantire l'aumento del numero dei figli.
Il mantenimento di questo lavoro - precario ma redditizio nel tempo - ha formato nella comunità che lo praticava un vero e proprio "apprendistato per il baliatico migrante", quello che ha visto partire successivamente le donne per andare ad allattare a casa del bambino in varie parti del mondo.
Nel corso della seconda metà dell'800 e nella prima metà del '900 questo fenomeno è forte in varie parti d'Europa e in Italia particolarmente soprattutto dalla Ciociaria, Friuli e Toscana.
Scopo della mostra è ricostruire sia la continuità nel tempo del fenomeno del baliatico, che recuperare storie, documenti, testimonianze di questa parte di storia femminile che oggi può sembrarci disumana; ma che torna di drammatica attualità di fronte ai flussi di immigrazione odierni che vedono tante donne dei paesi poveri costrette a lasciare i propri figli per cercare lavoro in Occidente.


Libri e CD

Presentazione degli atti dei Convegni
"Donne a Roma. Ruoli, presenze pubbliche e vite private" (1999) e "Fonti femminili e fonti maschili nella storia di genere: metodologie ed esperienze" (2001)

Venerdì 12 giugno 2002, ore 17.00, Archivio di Stato di Roma – corso del Rinascimento, 40 - Roma

Si è svolta venerdì 12 giugno 2002, presso l’Archivio di Stato di Roma, la presentazione degli atti del Convegno "Donne a Roma. Ruoli sociali, presenze pubbliche e vite private" (1999) e "Fonti femminili e fonti maschili nella storia di genere: metodologie ed esperienze." (2001). Dopo i saluti di Luigi Londei, Direttore dell’Archivio di Stato di Roma, sono intervenuti Alessandra Contini, Marco De Niccolò, Lucetta Scaraffia. Sono seguite poi le comunicazioni sulle iniziative e sui progetti riguardanti la storia di genere da parte di:
Gabriella Bonacchi
, Marina Caffiero, Cecilia Dau Novelli, Patrizia Gabrielli, Annabella Gioia, Lucia Motti, Lucia Principe, Manola Ida Venzo.

Per l’occasione Alessandra Contini ha presentato i progetti avviati dall’Associazione "Archivio per la memoria e la scrittura delle donne", illustrando lo stato dei lavori delle attività di ricerca attualmente in corso.

Giornate Europee del Patrimonio
Presentazione del CD multimediale "Per la tua Margherita...Lettere di una donna del '300 al marito mercante. Margherita Datini a Francesco di Marco 1384-140", a cura di Diana Toccafondi e Giovanni Tartaglione

Sabato 28 settembre 2002, ore 17.00 Prato, Archivio di Stato di Prato - Via Ser Lapo Mazzei, 41 (Palazzo Datini)

Si è svolta sabato 28 settembre la presentazione del Cd multimediale "Per la tua Margherita...Lettere di una donna del '300 al marito mercante. Margherita Datini a Francesco di Marco 1384-140".
Il lavoro è stato presentato da Gabriella Zarri (Università di Firenze), Andrea Zorzi (Università di Firenze) e Alessandra Contini (Archivio di Stato di Firenze). Sono intervenute Maria Pia Rinaldi Mariani (Direzione Generale per i Beni Archivistici) e Bill Kent (Monash University in Prato).
Per visualizzare una versione trailer del CD: http://www.archiviodistato.prato.it/margherita/trailer/home.htm

E’ stato pubblicato un nuovo volume nella collana "Storia e società". Il volume si inserisce in un filone di studi – quello della storia delle donne e della gender history.

Istituto universitario orientale di Napoli
Storia delle donne e dell'identità di genere. Dottorato di Ricerca. Quaderno n. 2
Pater familias, a cura di Angiolina Arru, Roma, Biblink, 2002, pp. 209.

I saggi raccolti offrono punti di vista innovativi per comprendere i caratteri dell'identità politica europea e i tratti costitutivi della storia della famiglia: dall’analisi della giurisdizione domestica nel diritto romano allo studio del funzionamento dei poteri nelle società di antico regime, a nuovi spunti di riflessione sulle figure che governano le politiche di welfare nell'età contemporanea.

INDICE: Angiolina Arru, "Padre di Famiglia libero ed assoluto Padrone della sua Persona". Un'introduzione; Yan Thomas, Il padre, la famiglia e la città. Figli e figlie davanti alla giurisdizione domestica a Roma; Sandra Cavallo, O padre o figlio? Ruoli familiari maschili e legami tra uomini nel mondo artigiano in età moderna; Cristina Galasso, Diventare adulti, diventare padri. Paternità e patria potestà nella comunità ebraica di Livorno (secolo XVII); Raul Merzario, Il padre che non c'è. Uomini e donne delle valli insubriche; Andreina De Clementi, Biografia di un padre; Elisabetta Vezzosi, Padri assenti: le politiche di welfare negli Stati Uniti del Novecento; Simonetta Piccone Stella, Il breadwinner tra l'analisi sociologica e gli studi sulla mascolinità; Manuela Naldini, I diversi modelli di male breadwinner nel welfare state del XX secolo.


Nello stesso ambito tematico:

Istituto universitario orientale di Napoli
Storia delle donne e dell'identità di genere. Dottorato di Ricerca. Quaderno n. 1
La costruzione dell'identità maschile nell'età moderna e contemporanea
a cura di Angiolina Arru
Roma, Biblink, 1998, pp. 124

Una proposta nuova in Italia per ridefinire la storia delle identità maschili: le pratiche della mascolinità analizzate secondo un approccio che consente di coglierne contraddizioni e debolezze, ponendole in relazione sia con l'identità femminile, sia con gli assetti normativi e più in generale con la storia della costruzione dei poteri in età moderna e contemporanea. Studi sulla Roma moderna e sull'Inghilterra vittoriana, rassegne stor iografiche, discussioni sulle categorie interpretative: i saggi di autorevoli studiosi italiani e stranieri entrano nel vivo del dibattito storiografico e offr ono materiale innovativo di ricerca e di riflessione.


Corsi di formazione

Spigolature archivistiche al femminile
Corso di avviamento alla conoscenza delle Fonti

L'iniziativa, organizzata dall'Istituto Storico Lucchese - Sezione "Storia e Storie al femminile" - di Buggiano Castello e dal Comune di Poggio Buggianese col patrocinio del Comune di Buggiano e la collaborazione dell'Archivio di Stato di Pistoia, si è articolata in tre incontri:

martedì 1 ottobre 2002, ore 16,30, Biblioteca di Buggiano
Alessandra Contini (Archivio di Stato di Firenze), "La ricognizione regionale sui fondi archivistici femminili e le prospettive per la storia locale."

venerdì 11 ottobre 2002, ore 16,30, Biblioteca di Ponte Buggianese
Andrea Doveri (Università di Pisa), "La storia di genere attraverso i dati dei censimenti: alcuni esempi di attività femminili in valdinievole alla metà dell'ottocento."

martedì 22 ottobre 2002, ore 16,30, Archivio di Stato di Pescia
massimo braccini (archivio di stato di pescia), "Carte al femminile: i documenti giudiziari e quelli di associazioni e di enti assistenziali nell'archivio di Pescia."


Archivio per la Memoria e la Scrittura delle Donne