ANNA MARIA BARTOLINI
(1934 - 2013)

 

Anna Maria Bartolini è nata e vissuta a Firenze, città in cui ha rappresentato una delle voci pittoriche tra le più significative nell’ambito artistico locale e non solo. Insieme alla sua attività di pittrice è stata anche insegnante e titolare della cattedra di Discipline Pittoriche al Liceo Artistico di Firenze; inoltre ha tenuto corsi annuali di Disegno e Incisione all’Università Americana «Sara Laurence in Florence».
Ha esposto in mostre collettive e di gruppo a Copenaghen, Tokio, Roma, Firenze, Parigi, Vienna, New York ecc… e in varie personali prevalentemente nella sua città. Nel 1966 ha esposto alla Galleria Lo Sprone, nel 1968 alla Galleria Santa Croce, nel 1969 alla Galleria Campo Marte, nel 1970, 1971, 1974 alla Galleria Palazzo Vecchio di Firenze, nel 1975 alla Galleria La scacchiera di Padova, nel 1978 alla Galleria Pananti e alla Galleria Le Colonnine di Firenze, nel 1983 alla Galleria 9 colonne di Brescia. Nel 1990, su invito dell’Assessorato alla cultura del Comune di Prato ha esposto dieci anni del suo lavoro (“Maschere per un decennio” - Presentazione in catalogo di Marino Biondi). Nel 1994 ha esposto alla Galleria Palazzo Vecchio 2 di Firenze, nel 1996 alla Galleria Punto di Modena, nel 1998 al Caffè italiano a Firenze, nel 2002 alla Galleria Lo scettro di Correggio (Reggio Emilia), nel 2003, è stata invitata dall’Istituto Italiano di Cultura del Cairo per esporre sue opere recenti in una mostra personale presso le sale dell’Istituto. Nel 2006 alla Libreria “Libri Liberi” di Firenze ha esposto 16 pastelli a tema “Pinocchio”, nel 2008 ha esposto all’Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze, nel 2010 all’Archivio di Stato di Firenze in una grande mostra personale e nel 2011 alla Biblioteca Comunale di Bagno a Ripoli. Nel 2012 alla Galleria Pio Fedi di Firenze si è tenuta la sua ultima mostra.
Molte delle sue opere sono state pubblicate su quotidiani e riviste culturali. Per quanto riguarda le sue pubblicazioni nel 1977 ha presentato una cartella di litografie in edizione numerata, Proverbi cinesi, con introduzione di Wanda Lattes. Nel 1986 è uscito, per l’edizione “In club”, Nel non dormito sonno, due acqueforti per una poesia inedita di Mario Luzi. Nel 1983 per l’ editore Cesati ha pubblicato Sottobraccio a Rosales, con nota di lettura di Mario Luzi. Nel 1989 è nato Effleurage. Libro di incisioni originali con introduzione di Mario Graziano Parri edito dalla Gehenna Press (Leeds USA). Nel 1992 per le edizioni “Festina Lente” ha pubblicato Non sono sazi della loro vita. Quindici incisioni e una poesia di Mario Luzi.

Helle Busacca


Fondo Anna Maria Bartolini


Il fondo Anna Maria Bartolini è diviso in quattro sezioni: una prima sezione “Archivio rassegna stampa” contiene prevalentemente materiale su esposizioni personali e collettive, rassegna stampa su quotidiani e riviste specializzate, diplomi e manifesti originali di mostre, brochures, cataloghi ecc…; la “Sezione Pubblicazioni”, che raccoglie tutte le pubblicazioni dell’artista; la terza sezione “Album illustrati – appunti di viaggio” con una quindicina di album e taccuini di viaggio da lei illustrati; la quarta sezione, “Carteggio tra Gino e Giulia Bartolini”, è costituita da un corpus di lettere scambiate tra il padre e la zia dell’artista, che nel 2012 ne curò la pubblicazione.


(Irene Dani)

 

Il fondo Anna Maria Bartolini presso l'Archivio di Stato di Firenze