SiASFi home page     on-line requests     credits    history    help

Strumenti di ricerca



"Catalogo duplice dei codici, manoscritti, libri e componenti l'archivio dell'Imperiale e Reale Deputazione sulla Nobiltà e del soppresso Archivio Segreto detto di Palazzo al quale furono riuniti i fogli dell'antiquario Giovanni Battista Dei che formano la classe XV del dipartimento delle Riformagioni, compilato da Filippo Brunetti nei mesi di ottobre e novembre 1823", 1823, inventario 1913 aggiunte, 880
a cura di Filippo Brunetti

Volume di carte numerate da 1 a 47. Legatura in mezza pergamena.

L'inventario è ripartito come segue:

cc. 1-3: riforme e squittini per i magistrati comunitativi delle città di Arezzo, Cortona, Pisa, Volterra, Pistoia, Pescia e Prato.
Per ogni pezzo sono dati un numero di corda da I a LXXIX e gli estremi cronologici.

cc. 3-26: filze e registri provenienti dal magistrato delle Tratte divisi in otto serie.
Per ogni pezzo sono dati un numero di corda da 1 a 767, una breve indicazione del contenuto e gli estremi cronologici.

cc. 27-39: filze, codici e materiali pergamenacei in precedenza acquistati dall'antiquario Giovan Battista Dei e successivamente riuniti all'Archivio delle Riformagioni.
Per ogni pezzo sono dati un numero di corda da 1 a 402, una breve descrizione del contenuto e gli estremi cronologici.

cc. 41-47: repertorio alfabetico di nomi di persona, di toponimi e di argomenti citati nell'inventario, con il riferimento alla segnatura del pezzo in cui sono menzionati.

Note storiche

Il presente inventario, compilato da Filippo Brunetti nel 1823, comprende la descrizione dei materiali concernenti l'Archivio delle Tratte, quello della Deputazione sopra la nobiltà e una parte delle carte acquistate e conservate da Giovan Battista Dei. La documentazione, che non era rientrata nel precedente lavoro di inventariazione eseguito da Brunetti (Cfr. Inventario 1913, 663-665), perché pervenuta all'Archivio delle riformagioni in un momento successivo, fu poi riunita alla classe XV intitolata "Onorificenze e genealogie delle famiglie" (Cfr. Inventario 1913, 664).
La compilazione dell'inventario fu effettuata da Brunetti stesso durante la sistemazione del materiale, cui fu attribuita una prima numerazione generale e una ripartizione in serie.

Sono presenti correzioni e integrazioni di mano di Antonio Fani prima e di Luigi Passerini poi.

Informazione sulla scheda